Tutte le Fiches da Poker
Fiches Real Clay 100%
Fiches Ceramica
Fiches Clay Composite
Fiches Metal Composite
Fiches Plastica
Fiches Personalizzate
Le Fiches dei Casino'
Valigette per Fiches
Guida all'acquisto Fiches
Web Shop Fiches
CARTE POKER
Tutte le Carte da Poker
Carte Plastica 100%
Carte Cartoncino
Guida all'acquisto Carte
Immagini a Confronto
Web Shop Carte
TAVOLI POKER
Costruire un Tavolo
Materiali Tavolo
Contenitori Drink
Contenitori Fiches
Tavoli Poker Portatili
Web Shop Tavoli
ACCESSORI
Bottoni Dealer e Blinds
Card Protectors
Timer Tornei Poker
Orologi, Insegne e Altro
TEXAS HOLD'EM
Regole Poker Americano
Preparare un Torneo
POKER ITALIANO
Introduzione
I Punti

Prima fase di gioco

Seconda fase di gioco
Varianti del Poker
Italiano VS Americano
LIBRI, FILM, FORUM
Libri sul Poker
Cinema e Poker
Letteratura e Poker
Forum di PokerFiches.com
SITI AMICI

 
INTRODUZIONE
È bene partire da un concetto fondamentale: il poker, in particolare quello italiano, è un gioco di soldi. Ovviamente più soldi ci sono in palio più sarà tesa la partita.
Attenzione però, questo non vuol dire che per fare una bella partita di poker occorre investire una cifra enorme, basta giocare secondo le proprie possibilità, né troppo al di sotto né, assolutamente, al di sopra.
Nel primo caso sarebbe una partita falsata perché non avreste alcun problema a “vedere” le mani e quindi raramente passereste, nel secondo caso la pressione sarebbe talmente alta che rischiereste di passare anche con punti forti.
La via di mezzo quindi è la migliore; quella che se perdi ti arrabbi ma la puoi prendere con filosofia senza drammi, se vinci invece sei molto contento.


COMPORTAMENTO
Si dice che al tavolo da gioco, specialmente ad un tavolo da poker, si riesca a capire chi è un “signore” e chi non lo è. Non c’è cosa più vera.
Proprio perché il poker è un gioco di soldi in cui entra in ballo la psicologia dei giocatori più di ogni altra cosa, è facile scavare nel profondo dell’animo di un giocatore riuscendone a carpire debolezze, pregi e difetti anche al di fuori del tavolo da gioco. Riprendendo un popolare detto, si potrebbe dire “in poker veritas”.
Il miglior giocatore è sicuramente colui che riesce a mantenere un atteggiamento rispettoso e gioviale sia nella sconfitta che nella vittoria.
Non ci dovrebbe essere quindi motivo di arrabbiarsi se si perdono dei soldi che abbiamo messo in conto di perdere non appena ci siamo seduti al tavolo verde.
Nessuno ci ha obbligato, dobbiamo quindi essere abbastanza maturi e intelligenti da prendere le sconfitte con signorilità, altrimenti si fa la figura di chi si è seduto solamente per spillare qualche soldino agli altri.
La sconfitta dovrebbe invece servire per migliorarci, cerchiamo di capirne i motivi e proviamo a vincere la prossima volta. Ci sono poi atteggiamenti che denotano una profonda ignoranza e mancanza di stile che ogni giocatore di poker dovrebbe sempre evitare nel modo più assoluto, come gettare le carte in aria, lanciare fiches, gridare, sbattere i pugni sul tavolo e altri atteggiamenti simili.Ricordatevi sempre che nessuno vi ha obbligato a sedervi a quel tavolo, quindi arrabbiarsi perché si perdono dei soldi che avete messo in palio per vincerne altri ai vostri avversari è profondamente stupido e irrispettoso.
Siate quindi eleganti nei modi ma spietati nel gioco. Non ci sono compromessi nel gioco del poker, non ci sono mezze misure, si gioca per vincere e basta senza guardare in faccia nessuno. Nessun avversario vi deve fare pena, siete seduti per vincere i suoi soldi e lui è seduto li per vincere i vostri.
Per tutti questi motivi è importante seguire scrupolosamente le regole del poker, anche quelle apparentemente più stupide che talvolta fra amici si tende a considerare poco. Sono proprio queste regole che tutelano voi e ogni altro giocatore, sempre, in ogni fase del gioco.

Rispettare alla lettera le regole, significa non doversi sentire in colpa di vincere e confrontarsi con il poker vero, perché la difficoltà del poker è proprio questa: riuscire a “nascondere” una buona mano o a bluffare, muovendosi nei confini delle regole, anche quelle apparentemente più stupide. Le regole “minori” del poker fanno la differenza con tutti gli altri giochi in cui se c’è qualche dubbio ci si può “venire incontro”. Nel poker non ci si deve mai venire incontro.
È un gioco di soldi e l’unica regola che può tutelare tutti i giocatori in ogni fase del gioco è una sola: rispettare tutte le regole. Per questo è fondamentale che, prima dell’inizio di ogni partita, specialmente se ci sono giocatori nuovi, si riassumano tutte le regole in modo che nessuno possa dire in un secondo momento “no, io a casa mia gioco così” ed essere costretti poi a mandare a monte la mano o, peggio, la partita. Se giocherete con lo spirito giusto e nel rispetto delle regole, potrete apprezzare a pieno il gioco del poker.


IL MAZZO DI CARTE
Per il poker italiano si deve usare un comune mazzo di carte francesi, togliendo tutte le carte che vanno dal 6 in giù, asso escluso. Questo se si gioca in 4. Se invece si gioca in cinque, dovrete lasciare nel mazzo anche i 6, a meno che non giochiate “col morto”: cioè ad ogni mano un giocatore, a turno, non riceve le carte.
I valori delle carte in senso decrescente sono: A (Asso), K (King, Re), Q (Queen, Donna, Regina), J (Jack, Fante), 10, 9, 8, 7, (6). Il mazzo quindi per il poker italiano sarà composto da 32 carte se si gioca in 4, da 36 carte se si gioca in cinque.
Sconsigliamo vivamente di giocare in più di cinque giocatori. Il Jolly non viene utilizzato tranne in una variante chiamata Jolly poker che però non ha molta rilevanza per cui non tratteremo.


VALORI DELLE CARTE
La carta più alta in assoluto è l’asso, poi il K, la Q, il J, il 10, 9, 8, 7. Le carte sono suddivise in 4 semi, detti colori: picche, quadri, cuori, fiori. Il valore dei colori si ricorda facilmente con la frase “come quando fuori piove”, cioè in ordine decrescente: Cuori, Quadri, Fiori, Picche.
Quindi riassumendo un Asso di Cuori varrà di più di un Asso di Fiori ma ovviamente un Re di Cuori varrà meno di un Asso di Picche.
 
Copyright © 2010 PokerFiches.com - disclaimer - Contatti