REGOLE DEL POKER
Texas Hold'em Poker
Omaha High Poker
Omaha High-Lo Poker
Seven Stud Poker
Seven Stud High-Lo Poker
POKERROOMS
Everest Poker
Pacific Poker
Party Poker
Titan Poker
STRATEGIA
Il Bluff
Probabilità del piatto
Competenze basilari
Online vs Off-line
Scelta del tavolo
Posizione di Gioco
Hold'em: Giochi d'inganno
Il gioco su più tavoli
Indizi Online
Giochi di Promozione
Interpretare i giocatori
Gestione del denaro
L'Immagine è tutto
Guadagnarsi l'accesso alla WSOP
Migliorare il tuo gioco Sit'n'Go
Indizi dal vivo
Pensieri su come evitare il gioco irrazionale
I tornei differiscono dai giochi in contanti
ACCESSORI
Bottoni Dealer e Blinds
Card Protectors
Timer Tornei Poker
Orologi, Insegne e Altro
TEXAS HOLD'EM
Regole Poker Americano
Preparare un Torneo
LIBRI, FILM, FORUM
Libri sul Poker
Cinema e Poker
Letteratura e Poker
Forum di PokerFiches.com
Versione Inglese

Strategia: Migliorare il tuo gioco Sit n’ Go

I tornei da poker a un solo tavolo Sit n’ Go (STT) sono molto popolari.  Si tratta di una forma relativamente nuova di poker, nata durante l’infanzia del poker on-line, e c’è ancora molto da imparare sul modo corretto di approcciarsi ai STT.  In questo articolo spiegherò una serie di concetti che molti giocatori non conoscono.  Questi argomenti includono le mani iniziali, le diverse fasi del torneo, il Modello di Chip Indipendente, La bolla, e il modo di adattarsi alla struttura di pagamenti del torneo.  Molti dei giochi suggeriti sono opposti a quello che si pensa normalmente e potrai notare che attualmente ti stai approcciando al gioco con in maniera molto diversa dai miei consigli.  Nel poker nulla è scolpito nella pietra e ci sono spesso modi diversi di approcciare le stesse situazioni, anche se questo è meno vero nel STT che in qualsiasi altra forma di poker.  Il fatto è che c’è quasi sempre un modo “corretto” di giocare una mano in un STT, soprattutto nelle fasi avanzate.  Questo non è vero quasi altrettanto spesso in altre forme di poker.  Gli STT sono in sostanza una stringa di equazioni che si aggiungono ad una grande equazione.  In questo articolo mostrerò come risolvere questa equazione e migliorare i tuoi risultati negli STT.

Le fasi di un STT

Fase iniziale

All'inizio in un STT devi giocare più tirato di quanto faresti quasi in qualsiasi altra situazione di poker.  Non c’è nessun motivo di giocare molte mani.  L’obiettivo è di raddoppiare quasi senza rischi, e se questo non ti riesce allora proteggi il tuo capitale.  Conservarlo è la cosa più importante, poiché i chip che salvi possono avere molto valore in seguito.  Basso rischio-alta ricompensa è quello che conta.

Ci sono solo due mani in cui sono disposto a perdere tutti i miei chip con il pre-flop nei primi stadi di un STT.  Se non ho AA o KK allora non devo mettere a repentaglio molti chip.  Sicuramente giocherò QQ o JJ ma farò un rilancio modesto e sono ben disposto ad andarmene a seconda di come va l’azione.  Le sole altre mani che sono disposto a giocare sono AK, A Qs, e altre coppie.  Con tutte le coppie inferiori a JJ vedrò soltanto cercando di fare una serie con il flop.  Anche se io ho al flop una coppia superiore con una mano come 99 procederò con molta cautela e non perderò molti chip se è la seconda migliore.  Se entro con una coppia media o piccola allora sto cercando di fare una serie al flop e se non ho una serie al flop è molto improbabile che io metta un altro chip nel piatto.

Il motivo per cui sono disposto a chiamare anche con coppie piccole è perché è molto difficile per me perdere molti chip con queste.  Se mi rilanciano nel pre-flop solitamente io non farò altro che lasciare, anche se ci sono volte in cui vorrei vedere un piccolo rilancio.  Se io ho una serie al flop solitamente sarò disposto a giocare un grande piatto e se fallisco con una serie allora posso sopravvivere con quella.  Se non ho una serie al flop le piccole coppie sono tra le mani più facili da cui fuggire.  Confrontiamole con una mano come i collegamenti a colore.  Questo è il tipo di mani che non gioco mai fuori dai bui nelle fasi iniziali di un STT.  È fin troppo probabile avere al flop un progetto che ti metterà in una situazione di alto rischio-alta ricompensa, esattamente il tipo di situazione che voglio evitare all’inizio.  Fondamentalmente tutto il gioco iniziale consiste nel conservare i chip e cercare punti a basso rischio per aumentare i tuoi chip.  Se hai deciso di lasciare con coppie piccole non c’è assolutamente niente di sbagliato in questo, preferisco semplicemente giocarle nei piatti senza rilanci.

La fase intermedia

Sai di aver raggiunto la fase intermedia di un STT, e che è tempo di cambiare la tua strategia quando sono rimasti circa 10-12 controbui.  A questo punto ogni gioco che fai sarà per tutti i tuoi chip.  Non è più tempo di mettersi a vedere i flop, a meno che tu non sia in uno dei bui.  Le situazioni iniziano a diventare più importanti delle carte. 

Quello che devi evitare a questo stadio del STT è giocare consapevolmente per tutti i tuoi chip.  Non chiamerai molte giocate con tutti i chip (o anche per piccoli rilanci) se non con mani formidabili.  Non confondere questo con una strategia complessiva tirata.  Questa è la fase del torneo in cui inizi ad aprire il tuo gioco.  Quando lasciano e sei in posizione inoltrata, ti muoverai molto.  Se sono rimasti 10 controbui o meno, ogni rilancio dovrebbe essere con tutti i chip.  Questo metterà la massima pressione sui tuoi avversari.  L’obiettivo qui è aumentare il tuo capitale senza dover scoprire le tue carte.

La bolla

Quando sono rimasti 4 giocatori avrai raggiunto la bolla poiché generalmente 3 giocatori vengono pagati.  La bolla è la parte più importante del torneo e vengono fatti molti errori durante questa fase del torneo.  Ci sono molte variabili che influenzeranno il gioco ottimale durante questa fase del torneo tra cui la dimensione del tuo capitale, quella dei tuoi avversari, e il modo in cui i tuoi avversari stanno giocando.  Se hai il capitale più grande allora è il momento di attaccare i capitali di dimensioni medie senza pietà.  Essi non vorranno essere eliminati nella bolla e faranno sì che il capitale piccolo scivoli dove c’è il denaro.  Sarà la piccolezza del capitale piccolo a stabilire quanto puoi tirare la corda in queste situazioni.  Se c’è un capitale molto piccolo a 4 mani e lui lascia essendo il primo a parlare ed è il tuo gioco come mazziere con il più grande capitale rimasto dovresti entrare in ogni mano indipendentemente dalle tue carte.  Questa è una situazione estrema ma illustra il concetto e il motivo per cui i capitali medi nei bui non saranno quasi mai in grado di vedere.

E se invece di avere il capitale grande hai quello piccolo?  Le tue azioni dipenderanno molto da quanto sei piccolo.  Non dovresti mai andare sotto 4-5 controbui.  Se ti ritrovi con 4-5 controbui rimasti dovresti entrare tutte le volte che sei il primo ad agire o che qualcuno passa a te.  Se c’è un altro avversario che ha un capitale più piccolo o uguale al tuo allora questo può influenzare il tuo gioco a un certo livello ed entrare può essere un errore.  Dipenderà da chi dovrà prendere i bui per primo e dalle dimensioni della scommessa che il tuo avversario sta facendo.  Se hai un piccolo capitale allora finire terzo è un grande risultato e il gioco ottimale dovrà tenere conto di questo. 

Abbiamo dunque trattato il gioco con il capitale grosso e quello col capitale piccolo; e se hai un capitale medio?  Questa è la dimensione di capitale più complicata con cui giocare perché devi equilibrare due obiettivi diversi: l’obiettivo di accumulare chip e vincere il torneo, e l’obiettivo di assicurarti di una vincita e guadagnare nel torneo.  La maggior parte dei giocatori è troppo cauta in questa situazione, e anche se spesso guadagna, i risultati complessivi sono scadenti.  Tu dovrai cercare di mantenere almeno le dimensioni del tuo capitale facendo dei giochi aggressivi in posizione.  Quello che non dovrai fare è chiamare con tutti i tuoi chip se non con una mano formidabile.  Questo è un punto chiave in tutte le fasi di un STT.  Cerca i momenti in cui puoi essere il primo a entrare nel piatto e dove un altro con un capitale medio è al controbuio.  I grandi capitali hanno i chip extra per vederti facilmente e i capitali piccoli sanno che devono giocare e saranno costretti a vederti in maniera più generosa.  Attaccare capitali medi ti darà la più grande possibilità di vincere bui senza combattere, che è esattamente quello che cercherai di fare. 

La fase finale

Una volta che la bolla scoppia e il gioco è a tre mani c’è ancora una volta un cambiamento nella strategia.  Non c’è più un grande salto nei premi quando un altro giocatore viene eliminato.  A questo punto hai un obiettivo ed è di vincere il torneo.  Il modo migliore di farlo è avere la maggior parte di chip quando arrivi al gioco a due.  Molti giocatori sono felici di aver raggiunto il premio ed è molto più probabile che escano avendo una mano mediocre.  Questo non è il modo di raccogliere chip per cercare la vittoria.  Tu continuerai a entrare con tutti i tuoi chip quando puoi essere il primo giocatore a entrare nel piatto in modo da poter avere la migliore possibilità di accumulare chip senza lo showdown.  In questa fase del torneo sarai costretto a scoprire la tua mano a volte ma continuerai a voler essere il primo nel piatto e a costringere il tuo avversario a vedere.  Se riesci a raccogliere abbastanza piatti in questo modo sarai ammortizzato nei piatti dove vieni visto, ed è sperabile che riuscirai a sopravvivere a una perdita.         

Una volta che raggiungi il gioco a due, il tipo di azione corretta dipenderà da come il avversario si regola nel gioco a due.  Se il tuo avversario non riesce a regolarsi e lascia molto quando è in posizione di mazziere e diversamente ti consente di puntare chip sul suo capitale allora giocherai in gran parte con la stessa strategia.  Cerca di non vedere con tutti i tuoi chip senza una mano molto solida.  Continua a entrare quando sei mazziere e cerca di portare chip finché lui non dovrà vincere una serie di piatti per ritornare in corsa.  Invece se il tuo avversario sta giocando una strategia migliore, dovrai essere più disposto a fare delle chiamate marginali.  Non puoi solo continuare a consentire che ognuno rubi i bui all’altro finché uno di voi non sia abbastanza fortunato da raccogliere una grande mano nel controbuio.  Le mani che contengono un asso e coppie medie salgono di valore in queste situazioni.  Mani come coppie piccole diventano più sospette, poiché quasi sicuramente ti troverai in una situazione di competizione o a seguire.  I bui sono solitamente così alti in questa fase del torneo che la fortuna è molto coinvolta e il solo modo in cui puoi davvero combattere questa fortuna e avere più chip quando inizia il testa a testa         

Leggi la seconda parte dell'articolo »»»

 
 
Dritta del mese:
Copyright © 2010 PokerFiches.com - disclaimer - Contatti